Crea sito

NBA, stagione 1961-62: i record di Wilt Chamberlain e Oscar Robertson

Il 1961-62 è un campionato leggendario per la storia della NBA per le prodezze individuali di due straordinarie superstar come Wilt Chamberlain e Oscar Robertson. Chamberlain chiude la stagione con una media pazzesca di 50.4 punti a partita, compreso un exploit da 100 nel successo per 169-147 sui New York Knicks del 2 marzo 1962: in quella gara, Chamberlain tira 36/63 dal campo, 28/32 dalla lunetta e confeziona una prestazione rimasta nella memoria collettiva degli appassionati grazie a quella mitica fotografia che lo ritrae, in spogliatoio, con in mano un foglio bianco di carta e la scritta “100”.

Wilt Chamberlain mostra un foglio bianco con la scritta “100” dopo aver realizzato una prestazione leggendaria nella partita del 2 marzo 1962 contro i New York Knicks.

Robertson, invece, trascina i suoi Cincinnati Royals al secondo posto nella Western Division facendo registrare una tripla-doppia di media, una vera e propria esplosione di statistiche mai viste prima (30.8 punti, 12.5 rimbalzi e 11.4 assist).

Sul campo, però, entrambe le Division confermano i valori già visti nella stagione precedente: a Est, i Boston Celtics conquistano la testa di serie #1 con un record di 60-20, mentre a Ovest sono ancora i Los Angeles Lakers di Elgin Baylor e Jerry West a dettare il passo (54-26).

Ma è anche tempo di cambiamenti geografici: la NBA si allarga a nove squadre accogliendo i Chicago Packers (oggi Washington Wizards), inseriti nella Western Division. La franchigia fatica come tutti i team di espansione, ma vede il proprio centro, Walt Bellamy, ricevere il premio di Rookie of the Year grazie a una stagione chiusa a 31.6 punti (secondo alle spalle del solo Chamberlain) e 19.0 rimbalzi di media, con il 51.9% al tiro (leader della Lega).

Eastern Division

SquadraWLPCT
Boston Celtics*6020.750
Philadelphia Warriors*4931.613
Syracuse Nationals*4139.513
New York Knicks2951.363
*qualificata ai playoff

Western Division

SquadraWLPCT
Los Angeles Lakers*5426.675
Cicinnati Royals*4337.538
Detroit Pistons*3743.463
St. Louis Hawks2951.363
Chicago Packers1862.225
*qualificata ai playoff

I playoff NBA 1961-62

A Est, i Boston Celtics strappano il loro sesto biglietto consecutivo per le Finals dopo aver vinto una battaglia sanguinosa contro i Philadelphia Warriors di Wilt Chamberlain, decisa da un canestro di Sam Jones a due secondi dalla sirena di gara-7. A Ovest, invece, finisce la dinastia dei St. Louis Hawks (rimasti fuori dai playoff dopo aver disputato quattro finali in cinque anni) e comincia quella dei Los Angeles Lakers, che si sarebbero incrociati con i Celtics in 6 occasioni negli anni ’60 (perdendole tutte).

Eastern Division

Semifinale

  • (2) Philadelphia Warriors vs. (3) Syracuse Nationals – 3-2

Finale

  • (1) Boston Celtics vs. (2) Philadelphia Warriors – 4-3

Western Division

Semifinale

  • (2) Cincinnati Royals vs. (3) Detroit Pistons – 1-3

Finale

  • (1) Los Angeles Lakers vs. (3) Detroit Pistons – 4-2

NBA Finals 1962

I Boston Celtics, campioni NBA 1961-62

Come detto, Boston Celtics e Los Angeles Lakers si ritrovano in finale per il primo atto di una lunga rivalità che avrebbe contrassegnato l’intera decade degli anni ’60. Nonostante il fattore campo a favore, i Celtics si ritrovano costretti a rimontare dall’1-2 e dal 2-3, ma si aggiudicano il titolo con un finale thriller in gara-7. Con il punteggio in parità a una manciata di secondi dalla sirena, Frank Selvy viene dimenticato dalla difesa, concentrata su Jerry West, e ha un tiro comodo per portare i Lakers in trionfo: la sua concusione dalla media distanza, però, viene respinta dal ferro, e Boston riuscirà poi a prevalere 110-107 in overtime aggiudicandosi il quarto titolo consecutivo (un’impresa mai più riuscita a nessuna squadra) e il quinto della storia.

Bill Russell è il trascinatore dei Celtics con 22.9 punti, 27.0 rimbalzi e 5.7 assist di media, seguito da Sam Jones (22.1), Tom Heinsohn (19.3) e Bob Cousy (16.6 e 9.3 assist). Per i Lakers, non servono un Elgin Baylor mastodontico (40.6 punti, 17.9 rimbalzi, 3.7 assist) e un Jerry West esploso nella sua stagione da sophomore (31.1 punti, 5.0 rimbalzi, 2.7 assist).

  • (1) Boston Celtics vs. (1) Los Angeles Lakers – 4-3

Leader statistici

CategoriaGiocatoreSquadraStatistica
PuntiWilt ChamberlainPhiladelphia Warriors50.4
RimbalziWilt ChamberlainPhiladelphia Warriors25.7
AssistOscar RobertsonCincinnati Royals11.4
% al tiroWalt BellamyChicago Packers.519
% tiri liberiDolph SchayesSyracuse Nationals.897

NBA Awards

MVP

  • Bill Russell, Boston Celtics

Rookie of the Year

  • Walt Bellamy, Chicago Packers

All Star Game MVP

  • Bob Pettit, St. Louis Hawks

All-NBA First Team

  • Bob Pettit, St. Louis Hawks
  • Wilt Chamberlain, Philadelphia Warriors
  • Jerry West, Los Angeles Lakers
  • Elgin Baylor, Minneapolis Lakers
  • Oscar Robertson, Cincinnati Royals

All-NBA Second Team

  • Bill Russell, Boston Celtics
  • Richie Guerin, New York Knicks
  • Tom Heinsohn, Boston Celtics
  • Jack Twyman, Cincinnati Royals
  • Bob Cousy, Boston Celtics

scritto da Daniele Fantini

Stagione precedente: NBA 1960-61 • • • Stagione successiva: NBA 1962-63